West Nile. Prorogate a tutto il 2015 le misure sanitarie e di sorveglianza -

Il termine di validità dell'ordinanza del Ministero della salute del 4 agosto 2011 in materia di encefalomielite equina di tipo West Nile (West Nile Disease) e attività di sorveglianza sul territorio nazionale, è stato prorogato al 31 dicembre 2015. L'ordinanza si è resa necessaria dopo che, nel corso del 2014, il Centro di Referenza Nazionale per lo Studio delle Malattie Esotiche presso l'Istituto zooprofilattico sperimentale G. Caporale di Teramo ha confermato la presenza del virus West Nile sul territorio nazionale con la conferma di positività negli equidi delle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Puglia, negli organi degli uccelli stanziali appartenenti a specie bersaglio nelle regioni Emilia Romagna e Lombardia, negli organi di uccelli selvatici trovati morti nella regione Emilia Romagna, nonché positività in pool di zanzare distribuiti nelle regioni Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Piemonte e Liguria.